Hollywood e dintorni

Kim Basinger: 65 splendidi anni

Da Playboy agli Oscar, il compleanno di un’attrice-icona

Vincitrice di un Premio Oscar, un Golden Globe e uno Screen Actors Guild Award – tutti nel 1998 per “L.A. Confidential” – e protagonista di decine di film e centinaia di copertine (non esagero: forse anche di più!). E da oggi, anche splendida sessantacinquenne: Kim Basinger è un’attrice, un sex symbol e l’icona di un’epoca densa di glamour e di edonismo come sono stati gli anni Ottanta. Proprio nel 1980, la giovanissima Kim si trasferisce a New York e inizia a lavorare come modella: tre anni dopo, eccola sulla prima delle sue innumerevoli copertine, quella di Playboy. Nello stesso anno, diventa una Bond girl, recitando nel film “Mai dire mai”. Come se non bastassero copertine patinate e film di culto a renderla una star, nel 1986 arriva la consacrazione definitiva con il ruolo di Elizabeth in “9 settimane e ½”, che racconta l’intensa relazione di un’affascinante impiegata e uno yuppie di Wall Street, interpretato da Mickey Rourke.
Da questo momento, Kim Basinger sarà universalmente riconosciuta come sex symbol: una fluente chioma bionda sempre un po’ spettinata (spesso ad arte), broncio à la Brigitte Bardot, e un’eleganza innata sono i suoi marchi di fabbrica. Nel corso degli anni, l’attrice si è anche impegnata molto nell’attivismo in difesa degli animali, esponendosi più volte contro la vivisezione e prestando il suo corpo statuario nudo alla celeberrima campagna PETA contro le pellicce. Sua figlia Ireland, nata dal matrimonio con Alec Baldwin, ha di recente seguito le sue orme posando per la stessa associazione, sempre senza veli.
Pur tenendosi sempre al passo con le mode, l’attrice ha sempre preferito look dal make up non troppo marcato, optando spesso per un trucco che semplicemente valorizzasse la sua naturale bellezza: un rossetto rosso, quasi sempre opaco; oppure uno smokey per un aspetto più duro. E, quasi sempre, un tocco di blush sugli zigomi praticamente perfetti: forse non tutti sanno che proprio gli zigomi alti sono tra gli alleati più preziosi della pelle contro l’età che avanza. Creano infatti un vero e proprio “sostegno” che aiuta le guance a rimanere su, attenuando il naturale appesantimento del volto dovuto all’età. Fateci caso: molte delle donne che hanno ancora un aspetto giovanile anche dopo i cinquant’anni, hanno gli zigomi alti! Qualcuno ha insinuato che l’eterna giovinezza di Kim Basinger sia dovuta anche a qualche aiuto da parte della chirurgia estetica: io non ne sono sicura, ma anche se fosse così, sarebbe comunque un lavoro ben fatto; è ancora uguale a se stessa, e certamente la genetica le dà già un grande aiuto: insomma, qualunque sia la ragione per cui dimostra meno dei suoi anni, è indubbio che si tratti di una meravigliosa sessantacinquenne; un po’ meno femme fatale rispetto agli anni Ottanta, ma ancora bellissima, sensuale, e resa ancora più dolce e magnetica dall’età.
Invecchiare con grazia, come sta facendo Kim Basinger, è una dote preziosa: il segreto è prendersi cura di sé senza pretendere di rimanere uguali a come eravamo a vent’anni, ma cercando di rimanere sempre fedeli a noi stessi.

Stella

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici

ARTICOLO PRECEDENTE

Natale è in arrivo: The Only One di Dolce e Gabbana

ARTICOLO SUCCESSIVO

Come realizzare la tecnica del baking