Profumi e fragranze

Il profumo è sempre più gender fluid

Maschile? Femminile? La scelta del profumo giusto si libera dai vincoli di genere

Esistono fragranze marcatamente maschili e altre con una spiccata personalità femminile: ma non è detto che il profumo debba corrispondere sempre al genere di chi lo indossa; a molte donne piace indossare profumi maschili e sono tanti gli uomini che non disdegnano una nota olfattiva leggera, pescata da una collezione femminile.

È una piacevole esplorazione dell’altro sesso, un viaggio al di là dello specchio, e anche un atto liberatorio che taglia i vincoli di genere e regala la gioia di poter esprimere la propria personalità fuori da ogni definizione; l’affermazione di sé passa dal guardaroba, al trucco, e non può non riguardare anche la scelta del profumo, specie perché superare i limiti di genere è qualcosa che nel mondo della profumeria è sempre avvenuto. La differenza è che ora troviamo in profumeria fragranze dichiaratamente gender fluid (ovvero dal genere indefinito) o genderless (letteralmente “senza genere”).

In passato ci sono già stati dei pionieri della mescolanza di genere, cominciando da Alyssa Ashley negli anni Sessanta, con l’iconico “Musk”, che sin dal packaging dichiarava la sua intenzione: simbolo del maschile e del femminile erano saldamente intrecciati e impressi sul pack esterno e sul flacone. Arrivò poi Calvin Klein con lo storico Ck One, dichiaratamente unisex e con un bouquet olfattivo che mescola fiori, agrumi, spezie. Quest’anno diventa ancora più facile sbizzarrirsi, perché troviamo profumi no gender in tantissime collezioni, da Gucci a Dipthyque, senza dimenticare la nostra linea Note d’Autore, realizzata da Ethos Profumerie in collaborazione con Mavive S.p.A. e ispirata alle opere di Gioacchino Rossini; “L’Equivoco Stravagante” è una fragranza unisex davvero unica nel suo (non) genere: legni bianchi, ambra, caffè creano un profumo audace, pieno di energia e di calore.

C’è davvero l’imbarazzo della scelta, e non resta che correre in profumeria e decidere. Il profumo è uno dei mezzi più potenti per esprimere se stessi, per sottolineare certi aspetti della propria personalità, e per sentirsi ciò che sogniamo di essere: scegliere una fragranza che non sia legata solo a un genere non fa che ampliare la nostra scelta e il senso di libertà dell’esprimere noi stessi al di là di ogni definizione!

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici

ARTICOLO PRECEDENTE

Tutto sul cat-eye

ARTICOLO SUCCESSIVO

Aria: la novità Ethos Profumerie per la pelle del tuo viso